Verso le elezioni europee: 8 priorità

ACAT Italia ha sottoscritto insieme a Movimento Rinascita Cristiana Italia, ACI Francia, ACI Portogallo, ACI Belgio un manifesto che fa appello ai candidati alle prossime elezioni europee proponendo un agenda che evidenzia otto priorità da rispettare affinchè si tenga fede al progetto di un’Europa solidale e attenta ai diritti delle persone e dei popoli.
 
Per essere fedeli ai nostri impegni di cittadini e di cristiani noi vogliamo fin da ora partecipare attivamente alle prossime elezioni del Parlamento europeo; essere attenti al progetto europeo che i candidati proposti porteranno avanti nei prossimi anni.
 
Tra le diverse urgenze, vogliamo insistere sulla necessità di:
Gestire le Istituzioni europee con una conduzione più democratica e partecipativa. Un’Europa della centralità dei popoli, dei cittadini, della società civile che tenga conto delle esigenze delle persone e delle comunità.
Mettere al centro delle politiche europee la persona senza che essa sia assoggettata unicamente alle logiche economiche e finanziare.
Dare maggiore peso e spessore all’educazione ai valori europei, essere attenti ai diritti umani e difendere i diritti sociali come il diritto alla salute,
alla famiglia, al lavoro, alla casa. Valorizzare i corpi intermedi e il principio di sussidiarietà.
Costruire un’Europa capace, secondo la sua tradizione, di essere solidale, accogliente, inclusiva nel rispetto delle differenze culturali, storiche e religiose.
Favorire l’apprendimento delle lingue primo strumento di dialogo. Favorire la valorizzazione delle differenti tradizioni culturali e la promozione dello scambio tra culture ed esperienze umane, sociali e lavorative.
Promuovere l’accoglienza dei migranti e lottare contro tutti i discorsi di odio e discriminazioni di ogni genere. Un’Europa impegnata nella cooperazione internazionale con particolare riguardo a quei paesi e continenti da cui i popoli sono costretti ad emigrare.
Lottare contro la corruzione e promuovere la giustizia sotto tutte le sue forme.
Valorizzare il principio di sussidiarietà espresso nella Dottrina sociale della chiesa per permettere di vivere una vera democrazia dove, attraverso la partecipazione ai corpi intermedi, ciascuno trova il suo posto.
 
Il progetto europeo è nato dopo due guerre mondiali ed è stato animato dal desiderio di una pace durevole. In questi sessanta anni molti passi sono
stati fatti nella costruzione di un’Europa solidale e attenta ai diritti delle persone e dei popoli: non li possiamo ignorare né dimenticare, né possiamo
tornare indietro dimenticando i traguardi raggiunti.
Movimento Rinascita Cristiana Italia, ACI Francia, ACI Portogallo, ACI Belgio, ACAT-Italia
Condividi
 

Tags