Viaggi disperati. La tragedia dei morti nel Mediterraneo

Per riuscire a fare chiarezza sul fenomeno migratorio e sulle cifre che lo contraddistinguono ci sembra estremamente utile fare riferimento ai rapporti stilati da organismi internazionali che monitorano la situazione e riportano in maniera netta le dimensioni di quella che non è in alcun modo un'invasione ma una tragedia umanitaria. Secondo l’ultimo rapporto ‘Viaggi Disperati’, pubblicato oggi dall’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, in media sei persone hanno perso la vita nel Mediterraneo ogni giorno nel corso del 2018. E ancora: "Lungo le rotte dalla Libia all’Europa, una persona ogni 14 arrivate in Europa ha perso la vita in mare, un’impennata vertiginosa rispetto ai livelli del 2017. Altre migliaia di persone sono state ricondotte in Libia, dove hanno dovuto affrontare condizioni terribili nei centri di detenzione."
Per approfondire e scaricare il rapporto in italiano clicca quì
Condividi
 

Tags