La tortura non si giustifica mai. Campagna di Acat Svizzera

Diamo spazio alla campagna che è stata lanciata da Acat Svizzera in vista del Venerdì santo per chiedere al Ministro della difesa del Canada e alle autorità tute di tener fede al divieto assoluto di tortura e di non utilizzare in nessun caso informazioni estorte, anche all'estero, con l'ausilio di metodi di tortura o trattamenti inumani o degradanti.
 
Per questo motivo Acat Svizzero ha lanciato una petizione che è possibile firmare online su Avaaz e ha pubblicatpo un dossier attraverso il quale si vuol dimostrare, qualora ce ne fosse bisogno, l'inutilità della tortura e i suoi effetti negativi.
Il dossier è disponibile in lingua francese o tedesca.
 
Condividi
 

Tags