CORRIERE LUGLIO 2019

Elezioni europee: impegno di cattolici, FIACAT, ACAT e di molte altre ONG
“Il progetto Europeo è nato dopo due guerre mondiali ed è stato animato dal desiderio di una pace durevole. In questi sessanta anni molti passi sono stati fatti nella costruzione di una Europa solidale e attenta ai diritti delle persone e dei popoli: non li possiamo ignorare né tornare indietro dimenticando i traguardi raggiunti.”
(dalla prima pagina del Corriere)
ACAT Italia ha condiviso con il mondo cristiano e con tutte le associazioni che si occupano di problemi sociali la grande importanza che hanno avuto le scorse elezioni europee. L’Europa è un progetto che nasce già negli anni ’30 con le grandi intuizioni di Don Sturzo, si è andato perfezionando dopo la 2°guerra mondiale con il gruppo di Ventotene, Altiero Spinelli e Alcide De Gasperi. L’Europa come unione dei popoli e come grande strumento di pace ha una forte matrice italiana. L’Europa, sognata anche come una vera e propria unione federale, deve portare avanti i suoi obiettivi di pace, di sviluppo sociale, di giustizia e di solidarietà.
 
In questo numero troverete le varie attività di ACAT Italia su questo fronte, impegnandoci perché la grande Europa pensata a Ventotene diventi una realtà viva e sociale. 
In particolare, come legerete negli articoli successivi (Pag. 4, 6 e 10),
-A:  ACAT Italia ha partecipato al progetto “Le 8 priorità” assieme al mondo Cattolico internazionale.
-B:  ACAT Italia, con la FIACAT e molte altre ACAT in Europa, ha partecipato attivamente al progetto “Free and Fair Europe”, per una Europa Libera e Giusta,  promossa  dalla Rete per i diritti dell'uomo e la democrazia (HRDN), di cui fanno parte 53 grandi ONG quali FIACAT-International Federation of ACATs, Amnesty International, la Conference of European Churches (CEC), Human Rights Watch, Save the Children, International Federation for Human Rights (FIDH), ecc. 
-C:  ACAT Italia ha pertecipato all’incontro “Per un nuovo umanesimo dei popoli” organizzato da Agire Politicamente il 10 maggio 2019 presso l'istituto don Sturzo in Roma. All'incontro, hanno partecipato varie personalità e ha raccolto varie anime religiose, democratiche e sociali. Come vedremo nell’apposito articolo, è stata questa l’occasione per ACAT Italia di illustrare e diffondere i 2 progetti –A) e -B) sopra indicati, nonché di contattare David Sassoli, recentemente nominato Presidente dello  Europarlamento.
 
SOMMARIO
- Elezioni europee: impegno di cattolici, FIACAT, ACAT e di molte altre ONG
- La Libia non è un Porto sicuro: che vuol dire? perché?
- A) Elezioni europee. ACAT con i movimenti cattolici: Le 8 priorità
- B) Elezioni europee.Free and Fair Europe – Impegno dei candidati
- TORTURA: CHE BILANCIO NEL 2019?
- Redimere il passato - Father Michael Lapsley dal Papa
- C) Elezioni europee.“Per un nuovo umanesimo dei popoli”
- VITA di ACAT Italia
 
 

 

Condividi
 

Tags