Novità

NB: I vinvcitori sono già stati avvisati   Lunedì 18 dicembre alle ore 9.30 presso la Sala Walter Tobagi della Federazione Nazionale della stampa, si terrà la consueta cerimonia di consegna del Premio di laurea Acat 2017 "Una laurea per fermare to
A margine della 62° sessione del Comitato ONU contro la tortura che ha preso in esame quanto fatto dall’Italia in materia, ci preme fare alcune considerazioni di merito. Come Acat Italia e Fiacat abbiamo presentato un rapporto alternativo rilevando quel
Il 2 novembre 2017 il Vicepresidente del governo della Catalogna e sette ministri sono stati vittime di maltrattamenti  durante il loro trasferimento nelle prigioni di Estremera e Alcalá Meco in seguito a sentenza che li condanna a detenzione preventiva.  Il 2 novembre 2017, il...
Il Comitato contro la tortura è attualmente riunito a Ginevra per la sua 62ª sessione iniziata il 6 novembre e che si chiuderà il 6 dicembre 2017.
Il workshop degli opinion makers sulla soppressione della pena di morte organizzata a Bangui dal 25 al 26 settembre 2017, si è concluso con una dichiarazione che indica 10 motivi per abolire la pena di morte nella Repubblica Centrafricana.
In un sentito discorso pronunciato in occasione dei 25 anni dalla promulgazione del nuovo Catechismo, voluto da Giovanni Paolo II, Papa Francesco ha voluto ribadire con forza, come aveva già fatto in passato, il no alla pena di morte da parte della Chiesa, a partire dal Catechismo della Chiesa...
ESODI 2017 è la prima mappa interattiva realizzata esclusivamente grazie alle testimonianze dirette raccolte tra i migranti.
Quest’anno la Coalizione mondiale contro la pena di morte, in occasione della Giornata mondiale che si celebra il 10 ottobre, ha deciso di porre l’attenzione sul rapporto tra povertà e giustizia.  “L'uso della pena di morte è inevitabilmente legato alla povertà.” Si legge sul sito della Coa
Il 21 Settembre 2017, il Madagascar ha ratificato il secondo protocollo opzionale al Patto internazionale sui diritti civili e politici per l'abolizione della pena di morte e il Protocollo opzionale alla Convenzione contro la tortura e altri trattamenti o punizioni crudeli, inumani o degradanti....
Anche ACAT Italia si unisce all’appello lanciato da Fiacat e ACAT Burundi per la liberazione di Germain Rukuki, ex responsabile finanziario di ACAT Burundi arrestato arbitrariamente da elementi del National Intelligence Service (SNR) lo scorso giovedì 13 luglio.